Dimensione caratteri
13 dic, 2017
Aula-Digitale
Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 

Provato per voi: Aerohive ap 120

Nel corso delle visite nelle fiere di mezza europa, ci siamo spesso imbattuti in molte soluzioni per la realizzazione di infrastrutture wifi sicure e di facile implementazione.

Una più di altre ha acceso la nostra curiosità e l’abbiamo provata per voi!

Questo è l’Access Point che abbiamo provato, un AEROHIVE AP120

Aerohive_120_fr2_0

Qual è il principio di funzionamento?

 

Si basa su un nuovo modello di rete wireless: la rete cooperativa.

Dice Wikipedia:

“Una wireless mesh network è una rete a maglie implementata tramite una wireless local 465px-WirelessMesharea network.

Mentre Internet è fondamentalmente una infrastruttura di comunicazione elettronica, cooperativa, che si serve per la trasmissione dei segnali di mezzi fisici quali fili, fibre ottiche, ecc.., una rete a maglie è una rete di comunicazione senza fili cooperativa costituita da un gran numero di nodi che fungono da ricevitori, trasmettitori e ripetitori. Il concetto di rete senza fili cooperativa.

Questo tipo di infrastruttura è decentralizzata (non ci sono server centrali), relativamente economica, molto adattabile e resistente, dal momento che ogni nodo deve solamente trasmettere un segnale al massimo fino al nodo successivo. I nodi fungono da ripetitori per trasmettere il segnale dai nodi più vicini ai peers (nodi equivalenti) che sono troppo distanti per essere raggiunti; in questo modo abbiamo una rete capace di coprire grandi distanze, specialmente su terreni accidentati o comunque "difficili". Le reti a maglie sono inoltre estremamente affidabili, poiché ogni nodo è connesso a molti altri nodi. Se un nodo viene meno alla rete, a causa di problemi hardware o qualunque altro motivo, i nodi vicini semplicemente cercano altri percorsi per trasmettere il segnale (si rivolgono ad altri nodi). Le capacità della rete possono essere incrementate semplicemente installando altri nodi. Le reti a maglie possono includere dispositivi sia fissi che mobili.”

Quali sono i punti di forza?

Beh, una volta configurato un access point, basta accenderne un altro e la configurazione “migra” da uno all’altro, così come la connessione alla rete. Non bisogna più cablare tutto per permettere la comunicazione e l’accesso in wifi alla rete.

Ma è tutto così semplice?

Si, l’abbiamo provato ed effettivamente è così. Attraverso un sistema web-based di gestione degli access point e della rete wifi, configurare e rendere operativa una infrastruttura wireless è davvero semplice e altrettanto semplice ed immediata è la sua manutenzione.

Quali i lati negativi?

L’interfaccia è solo in lingua inglese, il prodotto è realizzato e sviluppato in California (USA).

Si integra con sistemi già esistenti?

Si, prevede l’integrazione con altri access point e con active directory di Windows.

 Lo consiglieresti ad un amico?

Si, eventualmente dopo un corso d’inglese!

Per Saperne di più e provare una demo:

http:\\www.aerohive.com

Sondaggi

Cosa ne pensi del nuovo sito di Aula-Digitale?

Chi c'è on line

No